17/04/2008

Bandabardò - Iniziali Bì-Bì (1998)

«Enrico Erriquez Greppi, un bilingue dal passato franco lussemburghese, convince A. M. Finaz, rampante chitarrista elettrico, a gettare alle ortiche qualsiasi amplificatore o pedale di sua appartenenza. Questo per la convinzione di Erriquez che sarebbe bello e divertente portare su un palco la stessa atmosfera di festa che si instaura nelle "cantate tra amici", momenti magici in cui stonati e intonati uniscono le voci in canti senza fine. Seguono a ruota la terza chitarra acustica (Orla), il contrabbasso stradaiolo e francofono (Don Bachi), una batteria minimale (il giovane Nuto) ad assicurare le danze e un fonico di fiducia (Cantini). Si è poi aggiunto Ramon (percussioni) che presta ora la sua imponente mole e il calore di echi cubani.

Ottenuto l'amalgama voluto, il gruppo inizia una vita live costante e devastante per numero di concerti ed energia profusa: quello che la formula bardozziana permette dal set stradaiolo a quello rombante da palazzetto. Concerti sempre e ovunque (Italia, Francia, Svizzera e Slovenia) alternati a incidenti ai furgoni e collaborazioni con chi ama allegrie acustiche (Litfiba, Daniele Silvestri, CSI, Max Gazzè, Paola Turci…).» (Primomaggio)

«Con il titolo – omaggio all'enorme Serge Gainsbourg – la banda continua il suo gioco sentimental-linguistico col simbolo di B. Bardot, italianizzato a dovere. Nel disco si parla d’amore con la convinzione che chi trova banale parlare d’amore ha seri problemi esistenziali. Si parla di amore per la terra (Lo Sciopero Del Sole; Quello Che Parlava Alla Luna), per le nostre radici (la francese Mélo), per la vita in generale (Ubriaco Canta Amore). L’amore con la sua forza (Hammelin Song; Just le Temps), i suoi dubbi (Cuore a Metà) e i suoi drammi (L'Estate Paziente). L'amore per noi stessi, per la vita da gestire e guidare in prima persona (Beppeanna; Disegnata).I suoni sono quelli acustici di una band acustica: 3 chitarre, contrabbassi e pelli varie.» (From the official site: http://www.bandabardo.it/)

«Italian folk/rock group Bandabardó got involved in the local scene in the early '90s, mostly playing acoustic tunes based on inspiring lyrics about positivism. Formed by singer/songwriter Enrico Erriquez Greppi and guitarist A.M. Finaz, the band was later joined by percussionist Paolino, bassist Don Bachi, guitarist Andrea Orlandini, also known as Orla, and C.C. Cantini. After issuing an EP in 1994, Bandabardó's debut album, called Il Circo Mangione, was released in 1996, followed by 1998's Iniziali: Bi Bi, 1999's Barbaro Tour, and 2000's Mojito Football Club.» (AMG)

Link in comments

2 comments:

Radu said...

http://sharebee.com/a72f2934

Anonymous said...

nice music, thanks