10/04/2008

Sandy Lopicic Orkestar - Border Confusion (2001)

«Lo sterminato patrimonio musicale dei paesi dell'Est europeo, le radici e l'immutata carica vitale e spesso eversiva riescono a sorprenderci sempre. Sandy Lopicic Orkestar è nata e cresciuta intorno al suo leader che ha dovuto emigrare per portare avanti il suo progetto musicale e per portarsi dietro un pezzo della sua amata patria. Bosniaco di Sarajevo, si trasferisce in Germania a causa dei noti tragici avvenimenti, e là forma appunto la S.L.O., assieme ai trombettisti Bojan Petrovic e Imre Bozoki, al bassista Sasha Prolic, ai locali Martin Harms (sax), Richard Winkler (clarino), Jorg Mikula (batteria) e Michael Bergbauer (tuba). Al fine di caratterizzare la band, vengono reclutate tre ottime cantanti, le quali formano da sole un incisivo spot contro la follia della guerra e delle atrocità etniche: Natasa Mirkovic-DeRo viene da Sarajevo come Sandy, Vesna Petkovic è serba di Belgrado, Irina Karamarkovic è kosovara! Ecco come viene a spiegarsi il titolo del primo album della band, "Border confusion", album al quale danno un contributo essenziale i membri dei Deishovida (Kurt Bauer al violino, Matthias Loibner all'hurdy gurdy, Lothar Lasser alla fisarmonica) che in seguito diventano membri fissi della formazione.

L'impasto slavo-teutonico è in una parola sensazionale, i traditionals sono rivisitati con estremo gusto, passionalità e ricerca sonora. Le interpretazioni delle tre vocalists sono di altissimo livello, nello stile delle Voci Bulgare.» (MusicBalkan)

«The Sandy Lopicic Orkestar are a Balkan brass band like no other. With musicians drawn from various parts of former Yugoslavia and further afield, they put a contemporary and ancient spin on the genre. Mattias Loibner plays the ancient Hurdy Gurdy in a post-Hendrix style and the rhythm section switches between Balkan and funk feels, while the brass and saxes do the same with jazz and Balkan. Add three feisty female vocalists and you're in for a wild ride indeed.» (ABC)

Link in comments

7 comments:

Radu said...

http://sharebee.com/16edf61f

Anonymous said...

Bravo,

great blog, very eclectic, go on radu

from France

Anonymous said...

Once in a while I stumble across a really amazing blog!

De temps en temps je tombe sur un blog vraiment incroyable!

Peace!

Sabrina said...

I love love love this album.
Can you tell me in which language they sing ? Especially the song Djelem Djelem ?
Thank you ! Sabrina

el corsico said...

great album indeed, thanks.

they might sing in serbo-croatian or macedonian.. and in romani too, as Djelem Djelem is a tzigane standard.

Anonymous said...

This band is Serbian, most of it's members are Serbian (some are Austrian) and language is Serbian, but some songs are in Roma (Djelem, djelem is sang in roma-gipsy). Not sure what this Kosovo means and why is it there??

Anonymous said...

Thanks Radu..

you are the best!